• ASA_3613.JPG
  • ASA_5702.jpg
  • ASA_5891.jpg
  • DSC_6099.JPG
  • DSC_6132.JPG
  • DSC_6139.JPG
  • DSC_6141.JPG
  • DSC_6149.JPG
  • DSC_6269.JPG
  • DSC_6291.JPG
Giovedì, 02 Maggio 2019 12:31

PROGETTO PILOTA A.P.R. PER LE POLIZIE LOCALI

Scritto da Ernesto Cabruna Jr
Vota questo articolo
(1 Vota)

PREMESSA

Tutte le sperimentazioni effettuate dalla nostra società dalla primavera del 2015 a oggi, hanno avuto lo scopo di trovare un mezzo ideale per svolgere le attività di interesse “ordinario” per i Comandi di Polizia locale, vale a dire il controllo del territorio dall’alto per gli insediamenti abusivi, ecologia, edilizia, acque, discariche abusive ecc. ecc.

Per questo la scelta dell’APR si è orientata su di un multirotore (quadricottero o esacottero) con una autonomia di volo tra i 15 e i 20 minuti, munita di una apparecchiatura in grado di scattare fotografie ad alta risoluzione e video in qualità full HD. Le problematiche riguardanti questa tipologia di aeromobile sono il rapporto peso/potenza/consumo, perché l’autonomia di volo è inversamente proporzionale al peso. Conseguentemente per avere come payload (carico) una foto/videocamera reflex il peso dell’APR supera i 4 chilogrammi e il pilota deve avere un attestato per la categoria MC (Multicottero), classe L (Light – peso da 4 a 25 kg.) e l’abilitazione per le Operazioni Speciali Critiche. Inoltre l’APR deve avere l’Autorizzazione ENAC per l’utilizzo in Operazioni Speciali Critiche e conseguentemente la registrazione che deve essere effettuata dall'operatore è più complessa. Per la registrazione a ENAC, a parte la documentazione necessaria, ci deve essere una persona fisica dell’Amministrazione che assume il ruolo di Operatore intestandosi  l’Aeromobile e diventandone responsabile. Per avere questo tipo di Autorizzazione l’APR deve avere inoltre delle caratteristiche particolari e per tutte le Operazioni Speciali Critiche in scenari non standard, l’Operatore deve dare comunicazione a ENAC. Per chiarire meglio che cosa si intende per "Scenari standard", pubblichiamo qui sotto quanto scritto sul sito ufficiale "D-Flight:

Appare evidente come tutto questo insieme di fattori, unito anche a un impegno economico rilevante dato dal costo dell’APR con terminatore di volo,  tutta la documentazione e l’Autorizzazione per le Operazioni Speciali Critiche  e quello per la formazione dei piloti, Corso basico per Categoria VL con conversione a Categoria L e Corso per le Operazioni Speciali Critiche (con un costo superiore a un minimo di € 2.000 per pilota) renda molto difficile la scelta dell’acquisto per  il Comandante.

CONCLUSIONI

Dopo quanto sopra esposto, abbiamo studiato un progetto speciale per semplificare tutto, contenendo inoltre i costi ad un livello più che accettabile, consentendo così a tutti i Comandi di Polizia locale di potersi avvalere di questo strumento prezioso che a noi piace definire come "Un diverso punto di vista" . Riuscire ad accedere dovunque a qualunque altezza (il Regolamento ENAC fissa per chi ha l'Attestato di Pilota una distanza massima di 500 metri lineari e 150 in altezza ) consente di risolvere problematiche e di condurre indagini altrimenti impossibili. 

Tutti coloro che sono interessati a conoscere questo progetto mirato alle Polizie locali, Vigili del Fuoco e Protezione Civile ci possono contattare per e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. mandandoci i dati per contattarli . Saranno contattati al più presto

 

Gianfranco Peletti

Accountable Manager Centro Addestramento APR - Certificato di Approvazione ENAC.CA.APR.062 - Business address Via Quintino Sella, 4 - 20121 - MILANO

Sede Operativa - Via Foggia, 4 - 20141 - MILANO

Centro Addestramento - Via Cascina Garavaglia - Cisliano - 20080 (MI)  -  http://www.voloclubmilano.it/ 

=============================================================================================================================================================================================================================================================================================================================

 

SCENARI STANDARD

Le due successive tabelle rappresentano, in maniera schematica, i requisiti ed i limiti di ciascun "scenario standard" al momento pubblicato da ENAC (la lista degli scenari standard ufficialmente pubblicati da ENAC è disponibile al seguente link: https://www.enac.gov.it/la-normativa/normativa-enac/note-informative/ni-2017-007). L'impiego (professionale) dei SAPR entro detti limiti ed in conformità con i rispettivi requisiti è comunque considerato "operazione critica". Si faccia quindi riferimento pertanto all'Articolo 10 del regolamento ENAC, salvo le deroghe che in alcuni commi si applicano alle operazioni conformi agli scenari critici. Tra queste viene meno l'obbligo dell'operatore di svolgere un'analisi di rischio (comma 3) e di richiedere l'autorizzazione ad ENAC, essendo sufficiente una dichiarazione che attesti le capacità di adempiere agli obblighi del Regolamento, presentata secondo le modalità previste all'art. 9 del Rgolamento stesso.

Le operazioni devono essere condotte:

  • in accordo alle previsioni del manuale delle operazioni ed alle pertinenti istruzioni d’uso del costruttore,
  • da pilota in possesso delle appropriate qualificazioni,
  • in accordo alle regole di circolazione e utilizzo dello spazio aereo.

E’ responsabilità dell’operatore verificare l’esistenza di eventuali restrizioni di volo per le aree interessate dalle operazioni.

 

Codice

ENAC

Descrizione dello scenario

MTOW: M

Volo

Altezza Massima Diurna (m)

Altezza Massima Notturna (m)

Distanza Massima Diurna (m)

Distanza Massima Notturna (m)

S01

Aree urbane che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano indispensabili alle operazioni e addestrate allo scopo

M <=2Kg

VLOS

50

50

100

100

S02

Aree urbane che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano indispensabili alle operazioni e addestrate allo scopo

2kg < M <=4Kg

VLOS

50

50

100

100

S03

Aree urbane che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano indispensabili alle operazioni e addestrate allo scopo

4kg < M <=10Kg

VLOS

50

50

100

100

S04

Rilievi su cantieri in aree extraurbane e rilievi su infrastrutture lineari (e.g. autostrade, elettrodotti, ferrovie, gasdotti) che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano addestrate allo scopo

M <=4Kg

VLOS

150

50

500

100

S05

Rilievi su cantieri in aree extraurbane e rilievi su infrastrutture lineari (e.g. autostrade, elettrodotti, ferrovie, gasdotti) che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano addestrate allo scopo

4kg < M <=25Kg

VLOS

150

50

500

100

S06

Riprese televisive/cinematografiche di eventi in aree extraurbane che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano indispensabili alle operazioni e addestrate allo scopo

M <=4Kg

VLOS

150

50

500

100

S07

Riprese televisive/cinematografiche di eventi in aree extraurbane che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano indispensabili alle operazioni e addestrate allo scopo

4kg < MTOW <=25Kg

VLOS

150

50

500

100

 

S01

S02

S03

S04

S05

S06

S07

Vmax (m/s)

5

5

5

5

5

5

5

Vwind (m/s)

3

3

3

5

5

5

5

Buffer Minimo (m)

30

50

N.A.

30

N.A.

20

N.A.

Buffer Minimo con geofence (m)

15

25

50

15

50

N.A.

20

Buffer minimo con cavo (m)

5

5

5

5

5

5

5

Funzione di recovery

Attiva

Attiva

Attiva

Attiva

Attiva

Attiva

Attiva

sistema di terminazione del volo*

Opzionale

Si

Si

Opzionale

Si

Opzionale

Si

sistema di comando e controllo dotato di funzionalità geofencing

Opzionale

Opzionale

Attiva

Opzionale

Attiva

Opzionale

Attiva

Luci di riconoscimento dell’APR **

Si

Si

Si

Si

Si

Si

Si

*il sistema di terminazione del volo negli scenari S03, S05 e S07 deve essere di tipo indipendente e dissimile

**anteriore/destra verde, anteriore/sinistra rossa e posteriore bianca nel caso di VLOS notturno

 

Letto 388 volte Ultima modifica il Giovedì, 02 Maggio 2019 13:49

Lascia un commento

Per migliorare la tua navigazione su questo sito si utilizzano cookies e tecnologie simili Proseguendo con la navigazione ne accetti l'utilizzo leggi l'informativa