• ASA_3613.JPG
  • ASA_5702.jpg
  • ASA_5891.jpg
  • DSC_6099.JPG
  • DSC_6132.JPG
  • DSC_6139.JPG
  • DSC_6141.JPG
  • DSC_6149.JPG
  • DSC_6269.JPG
  • DSC_6291.JPG
Gianfranco Peletti

Gianfranco Peletti

Ufficiale a.r. della Polizia Locale di Milano, con trentasette anni di esperienza nella Civica Amministrazione Milanese

Prosegue il Corso di preparazione agli esami delle aspiranti G.E.V. del Comune di Milano. Una delle componenti del corso è la parte pratica che consiste in uscite sul territorio accompagnati da GEV in servizio che illustrano dal vero tutti i compiti e le attività di questo servizio benemerito che è svolto a titolo completamente gratuito da cittadini volontari che credono in una società civile dove tutti devono fare il proprio dovere per aiutare la qualità della vita e mantenere il decoro urbano. Ieri, 8 ottobre 2017 c'è stata un uscita al Parco Sempione di Milano, dove c'è una flora molto varia e importante e la bella giornata ha favorito questa visita che è stata molto bella, con un clima mite, un aria tersa e un cielo sereno. Un partecipante, il Sig. Maistrello ha scattato un reportage fotografico di questo evento e lo ha messo a disposizione di tutti coloro che hanno piacere di vedere le fotografie. Per accedere basta cliccare sulla fotografia qui sotto che ritrae il famoso "Ponte delle Sirenette", così chiamato perché quattro belle sirenette sono disposte sulle quattro spallette (quelle attuali non sono quelle originali fuse in ghisa). A realizzarlo, intorno alla metà del XIX secolo, furono le fonderie di Dongo sul lago di Como per conto delle ditte Rubini, Scalini e Falk &C., su disegno dell’architetto Francesco Tettamanti. Dovevano decorare questo delizioso ponticello situato in via Pietro Mascagni, in contrada San Damiano e l’occasione era preziosa, perchè quello delle Sirene era il primo ponte metallico costruito in Italia. Vista la sua eccezionalità, per l’inaugurazione arrivò pure l’Arciduca d’Austria Ranieri (era il 23 giugno 1842).  Ma ‘ Ponte delle Sirene’ non è l’unico nome, perchè i milanesi lo chiamavano anche il ponte delle "Sorelle Ghisoni" (per via del materiale con cui sono state fuse le statue) e alcuni più maliziosi per le  forme sinuose e le curve in bella mostra lo ribattezzarono “Sorei del pont di ciapp (Sorelle del ponte delle chiappe ) ”.

Ponte delle Sirenette alias Sorelle Ghisoni

Lunedì 4 settembre 2017, avrà inizio presso la Scuola del Corpo della Polizia locale di Milano un Corso gratuito di formazione per aspiranti Guardie Ecologiche Volontarie (GEV), ai sensi della vigente L.R. 28 febbraio 2005, n. 9, "Nuova disciplina del servizio volontario di vigilanza ecologica", art. 4, comma 1, lettera a.

Il Corso della durata complessiva di sessanta ore (50 di teoria e 10 di pratica) è gestito dalla nostra società con la collaborazione di Docenti esperti che prepareranno i partecipanti per affrontare gli esami regionali, attraverso 25 incontri di due ore che si terranno alla sera, più uscite diurne sul territorio. Questo è il quarto corso che organizziamo dal 2011 a oggi  e nei precedenti fatti per la Polizia Provinciale Monza e Brianza e per il Comune di Monza abbiamo avuto una percentuale di idonei superiore all'80%

Le Guardie Ecologiche Volontarie sono cittadine e cittadini amanti della natura, volontari che dedicano gratuitamente il proprio tempo alla difesa dell'ambiente; svolgono il servizio di vigilanza ecologica per conto e secondo le indicazioni del Comune di Milano, in qualità di Ente gestore che le ha incaricate, e si impegnano a:

  • promuovere l'informazione sulla legislazione vigente in materia di tutela ambientale, al fine di favorire la formazione di una coscienza civica di rispetto e di interesse per la natura e il territorio;
  • sanzionare i comportamenti di coloro che violano le normative sulla tutela dell'ambiente;
  • collaborare con le Autorità competenti per la raccolta di dati e informazioni a carattere ambientale;
  • educare all'ambiente tramite visite guidate nei parchi, attività didattico-ecologiche nelle scuole;
  • collaborare con le Autorità competenti per le operazioni di pronto intervento e di soccorso in caso di emergenza o disastri di carattere ecologico.

La GEV in servizio ricopre la funzione di Pubblico Ufficiale ed ha poteri di Polizia Amministrativa, come previsto dalla legge.

Con la nomina a Guardia Ecologica Volontaria viene instaurato un rapporto di servizio con il Comune di Milano che non costituisce rapporto di lavoro e non comporta obblighi di assunzione e/o retributivi.

L'impegno minimo richiesto è di 14 ore di servizio mensili, compresa la partecipazione alla riunione di programmazione mensile con il Gruppo territoriale di assegnazione.

A tutti i partecipanti i migliori auguri per questa nuova esperienza volta a fornire un servizio utile e indispensabile ai cittadini, che li arricchirà moralmente e professionalmente.

Il Direttore del Corso - Cav. Gianfranco Peletti

Domenica 23 e lunedì 24 aprile 2017, si è svolto in Bahrein presso la Royal University for Women un workshop sul tema "Crime Scene Investigation and Criminology". Hanno partecipato all’evento gli studenti del College of Law e delegati dell'Accademia di Polizia, del Ministero degli Interni, degli Studi Legali e degli Accademici

L'evento svolto sotto l’alto patrocinio del Prof. Dr. Mazin M.A. Jumaah, Presidente della Royal University for Women è stato realizzato in collaborazione con la Scuola Superiore della Sicurezza della Advanced Security Academy di Milano, società Italiana certificata per la formazione degli operatori di polizia. I formatori, esperti in campo e formatori delle unità CSI in Italia sono stati Edoardo Riva, della Polizia locale di Milano, responsabile dell’Ufficio di Investigazioni Scientifiche e Fabiana Althea Mazzariello, consulente in ambito sicurezza informatica con laurea in Scienze Criminali e consulente A.S.A. in materia di sicurezza.

Questa collaborazione è l’inizio di un percorso di cooperazione tra la R.U.W. e la A.S.A. finalizzato a percorsi formativi nell’ambito delle investigazioni scientifiche e scienze criminologiche, per formare, incrementare e perfezionare le conoscenze specialistiche degli studenti in queste materie scientifiche che richiedono grande esperienza sul campo.

Un ringraziamento particolare anche al Prof. Pasquale Borea che è stato prezioso per questo incontro e che ammiriamo profondamente perché è stato il più giovane Preside di Facoltà del mondo, in quanto a soli 33 anni si è trasferito dall’Italia in Bahrein per insegnare diritto internazionale alla Royal University for Women, unica università femminile del paese. Per visitare il sito della R.U.W. cliccare qui

 

 

Foto01

E' con vivo piacere e soddisfazione che la nostra società, in procinto di lavorare con Reparti Militari e delle Forze di Polizia ha richiesto è ottenuto il NATO Commercial And Governmental Entity Code (NCAGE), un codice di cinque caratteri alfanumerici, assegnato dall'OCC (Organo Centrale di Codificazione) che è indispensabile per potere svolgere attività a livello internazionale.

  NCAGE Logo 2016

Anche quest'anno (il terzo consecutivo) abbiamo effettuato un Corso di alta Formazione in collaborazione con la AMITY UNIVERSITY di Dubai,  “CRIME SCENE INVESTIGATION TECNIQUES” che si è svolto dal 13 al 23 febbraio 2017 e come ormai consueto è stato realizzato prevalentemente nella sede del Collegio delle Università Milanesi, di cui siamo partner  e in altre strutture per i moduli specialistici. Il Corso, interamente in lingua inglese e della durata di 76 ore ha impegnato gli studenti per dieci giorni ed è stato articolato come le altre volte in vari moduli comprendenti genetica, informatica forense, balistica, analisi e investigazione della scena del crimine, poligono di tiro, medicina legale, criminal profiling, investigazioni sugli incidenti stradali ecc. ecc. lasciando molto spazio agli esercizi pratici. Il gruppo, composto da 11 studenti di varie nazionalità, 10 donne e un uomo, si è impegnato ottenendo degli ottimi risultati negi esami finali, con un giudizio di eccellenza evidenziato dalla Customer Satisfaction finale, dove su 41 domande con punteggio da 0 a 5 si è avuta una media generale di 4,81. Come sempre le lezioni più seguite sono state quelle al Poligono di tiro dell’U.I.T.S. di Galliate (NO), dove sono state effettuate prove pratiche con armi corte e lunghe utilizzando materiali balistici per le prove di penetrazione e di comprensione dei tramiti intracorporei, potere di arresto e capacità lesive dei vari tipi di proiettile, compreso il calibro 12 a canna liscia e quella dell'Autopsia in sala anatomica dell'Istituto di Medicina legale dell'Università Statale di Milano. Anche la presenza del Prof. Nrashant Singh, venuto a Milano appositamente per assistere ad alcune lezioni si è rivelata molto gradita e interessante e ci ha permesso di migliorare il focus sulle lezioni che si terranno nel corsi del prossimo triennio.  

Qui di seguito pubblichiamo alcune fotografie del corso

FOTOGRAFIA DEL GRUPPO STUDENTI CON IL PROF.SINGH, IL DIRETTORE DEL CORSO CAV. GIANFRANCO PELETTI E IL DOTT. EDOARDO RIVA

 S Gruppo

 

FOTOGRAFIA DEGLI STUDENTI IN AULA CON IL PROF. VINCENZO AGOSTINI

 

S Aula2

 

 

 SCENA DEL CRIMINE - LA VITTIMA

 

20170215 161340

 

POSIZIONAMENTO LETTERE ALFABETICHE PER RILIEVI FOTOPLANIMETRICI

 

pippo1

 

REPERTAZIONE

 

Alfa02

 

ISPEZIONE DI UN VEICOLO 

 

Alfa03

 

REPERTAMENTO DI UN ARMA

 

alfa04

 

 

 

Alfa05

Ieri, 2 febbraio 2017, a Monza, nella struttura del Teatro "Binario 7", organizzato per la Procura della Repubblica di Monza la nostra Società in collaborazione con UNISED ha organizzato un Seminario sul tema “L’attività di polizia scientifica, la gestione della scena criminis e le investigazioni negli incidenti stradali con feriti, gravi, gravissimi, mortali e o con omessa fermata/omissione di soccorso” per il personale delle Polizie Locali dei comuni della Provincia Monza Brianza, degli altri comuni afferenti al Circondario di Monza e ai Magistrati Togati e Onorari  della Procura di Monza. Il Seminario è il seguito di un corso progettato nell’anno 2014, su richiesta dello S.D.A.S. della Procura della Repubblica di Monza, con l’obiettivo di creare dei protocolli operativi e delle linee guida da utilizzare negli incidenti stradali con feriti gravi, gravissimi, mortali e/o con omessa fermata / omissione di soccorso. I reati connessi agli incidenti stradali determinano un forte impatto emotivo sulle persone danneggiate e più in generale sull’opinione pubblica. L’individuazione del responsabile assume quindi una particolare rilevanza anche sotto il profilo sociale. In questo contesto il ruolo delle Polizie Locali deve essere sempre più qualificato ed efficacemente orientato al pieno risarcimento, morale e sostanziale, delle vittime e loro familiari. con i seguenti obiettivi:

 Fornire elementi di conoscenza e procedure operative per la gestione degli incidenti stradali con feriti gravi e gravissimi, mortali e/o con omessa fermata / omissione di soccorso;

 Proporre un approccio operativo e linee guida fondati su modelli di tipo investigativo, per la migliore gestione di tutti gli strumenti disponibili.

 Omogeneità delle Procedure di intervento nell’area di competenza della Procura della Repubblica di Monza

Il Seminario è stato organizzato in collaborazione con il personale specialistico della Polizia locale di Milano che ha messo a disposizione un’équipe altamente qualificata composta da:

Nucleo  Interventi Speciali : Sovr.ti Paolo Borraccino, Daniele De Laurentis - Nucleo Investigazioni Scientifiche - Sopralluoghi Giudiziari : Sovr. Riva Edoardo, Sovr. Stefano Xocato,, Sovr. Francesco Divincenzo

Hanno partecipato il Procuratore Emerito della Repubblica dott. Corrado Carnevali e il Sostituto Manuela Massenz che hanno dato anche un contributo fattivo con interventi e sono rimasti presenti per tutte le otto ore del Seminario, insieme a 114 partecipanti provenienti da 39 comuni dell'area. Alla fine della giornata il riscontro è stato estremamente positivo con un giudizio di ottimo rilevato dall'analisi delle Customer Satisfaction dei partecipanti. L'obiettivo è quello di unificare le procedure di intervento sugli incidenti di particolare gravità e di utilizzare anche tecniche di indagine abbinate a attività di polizia scientifica che consentano di risalire agli autori del crimine in caso di omissione di soccorso. Con i metodi e le tecniche che sono stati illustrati la Polizia locale di Milano ha raggiunto una percentuale di rintraccio che supera il 90% dei casi.

Foto seminario

 

 

SGQ

 

La Advanced Security Academy, dal 2004 ha la certificazione del sistema qualità UNI EN ISO 9001:2000, Tabella EA 37  rilasciata da QUASER Certificazioni S.r.l. per la "Progettazione ed erogazione di attività formative per gli operatori della sicurezza pubblica e privata". Dal 2009 la norma è stata adeguata adeguata alla UNI EN ISO 9001 : 2008. La Società inoltre è accreditata al Sistema di Intermediazione Telematica SINTEL della Regione Lombardia. La certificazione rinnovata negli anni è stata riconfermata anche per l'anno 2017 e ci stiamo preparando per il passaggio alla nuova norma UNI EN ISO 9001 : 2015. Poiche' la qualita' del Quaser Certificazioni S.r.l. e' compatibile con gli standard europei (ente di accreditamento ACCREDIA) anche la qualita' di Advanced Security Academy e' in linea con le normative e il livello operativo dei Paesi piu' avanzati.

Diploma di idoneità all’uso e maneggio delle armi da fuoco U.I.T.S.per 30 studenti Universitari 

Venerdì 16 dicembre 2016, trenta studenti della Scuola triennale di Criminalistica hanno conseguito, presso il Tiro a Segno Nazionale di Galliate il Diploma di idoneità all’uso e maneggio delle armi da fuoco U.I.T.S. Per la prima volta in Italia, grazie alla collaborazione della nostra Società  con la UNISED (Università Internazionale di Scienze della Sicurezza e della Difesa Sociale), degli studenti universitari hanno potuto conseguire tale titolo in un corso organizzato dalla loro stessa università. Sotto la supervisione del nostro Presidente, il Cav. Gianfranco Peletti, che da circa sedici anni collabora con lo storico Poligono di Galliate  gli studenti hanno potuto conseguire l’abilitazione al maneggio e uso di armi lunghe e corte, assistiti da un nutrito team di Istruttori A.S.A. e Commissari di tiro della Sezione. Il Corso è stato organizzato suddividendo gli studenti in due gruppi di 15 persone, così da farli partecipare un gruppo al mattino e l'altro al pomeriggio. Al Poligono ogni gruppo da 15 e stato scomposto  in tre gruppi da 5, così da non lasciare nessuno inattivo, perchè 5 sparavano con l'arma corta seguiti da 5 Istruttori, altri 5 sparavano con l'arma lunga seguiti da 4 Istruttori e 5 nell'aula didattica della struttura facevano lezione teorica. L’abilitazione all'uso e maneggio armi è stata proposta dall’Università per i futuri studi di balistica forense e, grazie all'organizzazione, gli studenti hanno avuto modo di dimostrare grandi capacità al tiro, sia con l'arma corta che con quella lunga, producendo risultati più vicini a quelli di professionisti del tiro piuttosto che a neofiti dell’uso delle armi da fuoco. In particolare, nel tiro mirato con arma lunga cal. 22 lr a 50 metri, alcune studentesse hanno conseguito punteggi di eccellenza, con una che ha realizzato 500 su 500. Anche nel tiro con la pistola, effettuato con le Beretta 98 FS in calibro 9 x 21 , tutti gli studenti hanno dimostrato di avere recepito le norme fondamentali della sicurezza, rivelando anche in molti casi una particolare attitudine al tiro, tenendo conto del calibro dell’arma e della mancanza di qualsiasi esperienza nella disciplina. L'addestramento è stato preparato e seguito grazie al recente accordo di collaborazione siglato tra UNISED e A.S.A. (Advanced Security Academy), che di fatto crea una realtà unica in Italia nel campo della formazione specialistica di alto livello.

 Peletti

27 Ottobre 2016

La Polizia locale di Pioltello la migliore a livello nazionale

Il riconoscimento a seguito dei corsi di legalità e contro bullismo e cyberbullismo che da anni sono tenuti a studenti e ora anche a colleghi di altre città

Pioltello, 27 ottobre 2016 – Polizia locale di Pioltello sugli scudi. In meno di una settimana un doppio riconoscimento è stato attribuito al corpo cittadino: protagonista l'agente scelto Mimmo Paolini. Teatro degli eventi prima Venezia, il 21 ottobre scorso al VI Forum nazionale “La Polizia locale e l'educazione stradale”, e poi il Comando della Polizia locale di Pioltello, con il corso di Legalità digitale per membri delle polizie di Lombardia, a cui hanno partecipato 14 agenti provenienti da 8 comuni, tra cui anche Pioltello. Presente alla consegna degli attestati la sindaca Ivonne Cosciotti, il vicesindaco Saimon Gaiotto e la deputata pioltellese Simona Flavia Malpezzi.
«Siamo molto orgogliosi della nostra Polizia locale e del lavoro che sta svolgendo – ha affermato la sindaca Ivonne Cosciotti -. Come Amministrazione ci teniamo moltissimo e su questi temi abbiamo preso un impegno preciso con la città, inserendo nel Piano per il diritto allo studio appena approvato corsi e incontri sul tema della legalità e per il contrasto al bullismo e al cyberbullismo, che attueremo proprio con l'ausilio della nostra Polizia locale. Tutta la nostra città, studenti, genitori e docenti, devono essere informati e avere la consapevolezza che questo è un problema che non va sottovalutato, derubricandolo a “ragazzate”, ma che va combattuto a tutti i livelli».
A ricevere il premio, attribuito il 21 ottobre scorso, come migliore Polizia locale a livello nazionale per i temi legati all'educazione stradale e la legalità, si sono recati l'agente scelto Mimmo Paolini, il comandante Lorenzo Mastrangelo e il vicesindaco Saimon Gaiotto, in rappresentanza dell'Amministrazione comunale. Al forum l'agente Paolini ha presentato il progetto della Polizia locale di Pioltello, che all'interno di un percorso di educazione stradale comprende sessioni dedicate all'educazione alla legalità e contro il cyberbullismo. Temi questi che l'agente Paolini tratta come formatore sin dal 2007, seguendo un proprio percorso personale di interesse e di studio, che l'ha portato ad approfondire in ambito universitario temi legati all'Informatica giuridica e forense e a tenere corsi a Pioltello e in molte altre città.
Il secondo evento si è tenuto il 27 ottobre, presso il comando della Polizia locale di Pioltello. Qui l'agente Paolini, presenti il comandante Lorenzo Mastrangelo e Gianfranco Peletti, presidente Asa (Advanced Security Academy), ha tenuto un corso base sui temi della legalità e del contrasto al bullismo ai colleghi di Vergiate, Cernusco sul Naviglio, Lissone, Como, Vimodrone, Cologno Monzese e Pioltello. Ospite d'onore dell'incontro Vincenzo Vetere di Magnago (Mi) presidente della Acbs (Associazione contro il bullismo scolastico - www.acbsnoalbullismo.it). Un ragazzo che, dopo aver subito per anni insieme al fratello terribili episodi di bullismo e cyberbullismo, ora porta la sua esperienza e quella fratello maggiore in giro per l'Italia. Nel maggio scorso è approdato anche alla Camera dei Deputati a Roma, dove è stato ascoltato dai parlamentari che stanno lavorando a una legge per contrastare questo fenomeno.
A questo proposito l'Onorevole Simona Flavia Malpezzi, presente all'incontro, ha tenuto a dire che: «Ho il piacere di annunciare in questa sede che in Parlamento stiamo lavorando a un disegno di legge contro il cyberbullismo. Il 20 settembre la Camera dei Deputati ha licenziato un testo in seconda lettura, che ora torna al Senato. Se non ci saranno ulteriori variazioni la legge verrà approvata. Tra le norme che saranno introdotte ci sarà l'obbligo di rimozione di contenuti ingiuriosi da parte dell'autore entro 24 ore, l'introduzione di un responsabile anti bullismo in ogni scuola e la valorizzazione dei progetti dei ragazzi su questi temi, adottando un suggerimento proprio di Vincenzo Vetere, dato durante un'audizione alla Camera dei Deputati».

BREVI NOTE SULL'ATTIVITÀ FORMATIVA DELLA POLIZIA LOCALE DI PIOLTELLO
Il corpo della Polizia locale di Pioltello svolge corsi sui temi dell'educazione stradale, legalità e lotta al bullismo e cyberbullismo sin dal 2007, con moduli che vanno dalle 2 alle 6 ore, rivolti ai ragazzi delle Primarie e Secondarie di primo e secondo grado. Per i ragazzi delle V superiori sono previsti anche visite al Tribunale di Milano per assistere a processi per direttissima. In questo lasso di tempo i corsi della Polizia locale sono stati seguiti da oltre 6.400 alunni.

Ufficio Stampa Comune di Pioltello
Stefano Ferri

Via Carlo Cattaneo, 1 – 20096 Pioltello (Mi)
Tel.: +39 02 92 366 364 – Mobile: 333.4628675
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lissone, 1 dicembre 2016 - Si è concluso il Corso di Formazione Professionale per aspiranti Guardie Ecologiche Volontarie, organizzato dalla nostra Società per il Corpo di Polizia locale della Provincia di Monza e Brianza. Hanno partecipato più di 90 persone, arrivando dopo tre mesi, suddivisi in ventisei incontri, due volte alla settimana, della durata ciascuno di due o tre ore. Il Corso, tenuto da professionisti nel campo dell'Ambiente, Ecologia, Flora, Fauna e Polizia locale, ha avuto un grande successo, dando modo ai partecipanti di apprendere gli elementi principali per affrontare gli esami regionali e conseguire l'ambita qualifica di G E V (Guardia Ecologica Volontaria).  Alla fine del Corso una settantina di partecipanti hanno completato il percorso e a loro vanno i nostri più vivi complimenti e congratulazioni. Il Corso si è tenuto nella città di Lissone, perchè fortemente voluto dall'Amministrazione comunale e in particolare dal Sindaco, Concettina Monguzzi e dall'Assessore alla Trasparenza e Sicurezza, Roberto Beretta, che da sempre credono in un servizio di Prossimità per migliorare la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini.

Questa è la foto di gruppo scattata alla fine del Corso sul palco della Sala Missaglia di Palazzo Terragni. 

Foto di gruppo Aspiranti GEV MB m

 

Pagina 1 di 14

Per migliorare la tua navigazione su questo sito si utilizzano cookies e tecnologie simili Proseguendo con la navigazione ne accetti l'utilizzo leggi l'informativa